MANUALE DE' CINTURATI CHE MILITANO SOTTO IL PADROCINIO DELLA GRAN VERGINE MADRE DI CONSOLAZIONE MARIA. In cui compendiosamente si dà notizia dell'origine della divozione Della Sacra Cintura. E si descrivono a giorno per giorno le grazie e indulgenze a quelli concedute da diversi Sommi Pontefici, ed approvate della Sagra Congregazione delle indulgenze il 5. Maggio 1821.

Anonimo

Editorial: Nella Tipografia Arcivescovile, (1828), 1828
Usado / Cantidad disponible: 0
Disponible en otras librerías
Ver todos  los ejemplares de este libro

Sobre el libro

Lamentablemente este ejemplar en específico ya no está disponible. A continuación, le mostramos una lista de copias similares de MANUALE DE' CINTURATI CHE MILITANO SOTTO IL PADROCINIO DELLA GRAN VERGINE MADRE DI CONSOLAZIONE MARIA. In cui compendiosamente si dà notizia dell'origine della divozione Della Sacra Cintura. E si descrivono a giorno per giorno le grazie e indulgenze a quelli concedute da diversi Sommi Pontefici, ed approvate della Sagra Congregazione delle indulgenze il 5. Maggio 1821. y Anonimo.

Descripción:

In 12° (13,6x7,5 cm); 82 pp. Bella legatura coeva in pieno cartoncino foderato da bellissima carta coeva arancione a motivi floreali in bianco. Prima edizione di questo manualetto che raccoglie le regole e l'origine della Congregazione dei Centurati, cioè di coloro che venerano la reliquia della Sanat Cintola conservata nel Duomo di Prato. Si tratta di una cintura di lana di color verde, ricamata con alcuni fili d'oro, che la tradizione vuole che appartenesse alla Vergine Maria, che la diede a San Tommaso come prova della sua Assunzione in cielo. La leggenda narra che il canonico, chierico secolare, Giovanni di ser Landetto da Pistoia, detto Musciattino abbia tentato di impadronirsi della reliquia della Sacra Cintola, per portarla nella propria città, il 28 luglio 1312. Quando però uscì da Prato, si perse nella nebbia che avvolgeva la campagna circostante e, senza rendersene conto, tornò al punto di partenza. Credendo di essere giunto a Pistoia, gridò alle porte della città: "Aprite, aprite Pistoiesi: ho la Cintola de' Pratesi!".Buono stato di conservazione di quest'opera assai rara, nessun esemplare censito in ICCU. N° de ref. de la librería

Detalles bibliográficos

Título: MANUALE DE' CINTURATI CHE MILITANO SOTTO IL ...
Editorial: Nella Tipografia Arcivescovile, (1828)
Año de publicación: 1828

Los mejores resultados en AbeBooks

1.

Anonimo
Publicado por Nella Tipografia Arcivescovile, (1828), In Roma ed in Bologna, (1828)
Antiguo o usado Cantidad disponible: 1
Valoración
[?]

Descripción Nella Tipografia Arcivescovile, (1828), In Roma ed in Bologna, 1828. In 12° (13,6x7,5 cm); 82 pp. Bella legatura coeva in pieno cartoncino foderato da bellissima carta coeva arancione a motivi floreali in bianco. Prima edizione di questo manualetto che raccoglie le regole e l'origine della Congregazione dei Centurati, cioè di coloro che venerano la reliquia della Sanat Cintola conservata nel Duomo di Prato. Si tratta di una cintura di lana di color verde, ricamata con alcuni fili d'oro, che la tradizione vuole che appartenesse alla Vergine Maria, che la diede a San Tommaso come prova della sua Assunzione in cielo. La leggenda narra che il canonico, chierico secolare, Giovanni di ser Landetto da Pistoia, detto Musciattino abbia tentato di impadronirsi della reliquia della Sacra Cintola, per portarla nella propria città, il 28 luglio 1312. Quando però uscì da Prato, si perse nella nebbia che avvolgeva la campagna circostante e, senza rendersene conto, tornò al punto di partenza. Credendo di essere giunto a Pistoia, gridò alle porte della città: "Aprite, aprite Pistoiesi: ho la Cintola de' Pratesi!".Buono stato di conservazione di quest'opera assai rara, nessun esemplare censito in ICCU. Nº de ref. del artículo: 3827

Más información sobre este vendedor | Contactar al vendedor

Comprar usado
EUR 40,00
Convertir moneda

Añadir al carrito

Gastos de envío: EUR 18,00
De Italia a Estados Unidos de America
Destinos, gastos y plazos de envío