Popoli nomadi: Storia delle popolazioni Rom, Zingari, Ebreo, Qarluq, Tuareg, Sinti, Pavee, Ebrei iraniani, Tuvani, Ostiachi, Cumani, Evenchi

 
9781232611042: Popoli nomadi: Storia delle popolazioni Rom, Zingari, Ebreo, Qarluq, Tuareg, Sinti, Pavee, Ebrei iraniani, Tuvani, Ostiachi, Cumani, Evenchi
From the Publisher:

Fonte: Wikipedia. Pagine: 40. Capitoli: Storia delle popolazioni Rom, Zingari, Ebreo, Qarluq, Tuareg, Sinti, Pavee, Ebrei iraniani, Tuvani, Ostiachi, Cumani, Evenchi, Camminanti, Jenisch, Xiongnu, Jukaghiri, Beduini, Enzi, Komi, Decennio di integrazione Rom, Itelmeni, Ebrei siriani, Khorakhanè, Tsaatan, Rouran, Ursari, Wodaabe, Romanisæl, Romanichals, M'razig. Estratto: La storia delle popolazioni Rom riguarda la storia delle popolazioni parlanti la lingua romanes/romanì, o varianti dialettali della stessa, e che si riconoscono nella diaspora dei Rom. L'assenza di antichi documenti scritti ha comportato che per lungo tempo le origini e la storia dei rom fossero un enigma, fino a che, due secoli fa, alcuni filologi ipotizzarono un'origine indiana sulla base di prove legate alla lingua parlata dai rom. Secondo una cronaca viennese del 1776, (la "Anzeigen aus sämmtlich-kaiserlich-königlichen Erbländern"), attribuita ad un illuminista slovacco Samuel Augustin ab Hortis, il primo ad accostare le parlate dei rom alle lingue indiane, fu un pastore protestante ungherese, Etienne Vali da Almáš (distretto di Komárno), che si trovava a Leida, in Olanda, per motivi di studio. Etienne Vali, ascoltando per caso le conversazioni di un gruppo di studenti indiani del Malabar, si rese conto che molti vocaboli da loro utilizzati erano simili a quelli usati dagli czigany del suo paese. Secondo molti studiosi, gli studenti conosciuti da Etienne Vali, probabilmente appartenenti ad una casta nobile, dovevano in realtà aver usato delle frasi in sanscrito, l'antica lingua dei testi religiosi induisti, in quanto l'idioma del Malabar è il Malayalam, una lingua dravidica che non ha nulla a che vedere con le lingue indo-europee. Questa intuizione venne poi ripresa e approfondita da alcuni filologi e, nel 1777, il tedesco Rüdiger espose pubblicamente la nuova teoria col suo Von der Sprache und Herkunft der Zigeuner ("Della lingua e dell'origine degli Zingari"), che venne poi pubblicato nel 1...

"Sobre este título" puede pertenecer a otra edición de este libro.

(Ningún ejemplar disponible)

Buscar:



Crear una petición

Si conoce el autor y el título del libro pero no lo encuentra en IberLibro, nosotros podemos buscarlo por usted e informarle por e-mail en cuanto el libro esté disponible en nuestras páginas web.

Crear una petición