HIPPOCRATES CHIMICUS, qui novissimi viperini salis antiquissima fundamenta ostendit

TACHENIUS OTTO

Editorial: Combi, & La Noù, Venezia, 1666
Condición: Very Good Encuadernación de tapa dura
Librería: ARCHETYPON STUDIO BIBLIOGRAFICO (Susa, TO, Italia)

Librería en AbeBooks desde: 17 de septiembre de 2008

Cantidad: 1

Comprar usado
Precio: EUR 1.350,00 Convertir moneda
Gastos de envío: EUR 13,01 De Italia a Estados Unidos de America Destinos, gastos y plazos de envío
Añadir al carrito

Descripción

Venezia (1666) - Combi, & La Noù. 1 ff bb, 36 pp nn, 239 pp, 1 pp nn, 1 ff bb Legatura ottocentesca in mezza pelle con titolo su tassello in pelle rossa applicato al dorso; piatti rivestiti di carta marmorizzata. Tagli rossi. Occhietto con antico restauro alla parte bianca. Interno in ottimo stato di conservazione. Alcune carte della "prefactio", per difetto di origine, risultano debolmente impresse in alcune parti. Prima edizione di questo trattato molto importante di Otto Tachenius (1644 -1699) nel quale è possibile trovare considerazioni di carattere alchemico, ma anche innovative scoperte tipiche della chimica moderna. Tra quest'ultime segnaliamo la prima definizione di sale come sostanza composta di due parti (un acido ed un alcale) e l'affermazione che il sapone è il sale di un acido oleoso. La definizione di sale proposta da Tachenius non riscosse però il favore dei contemporanei e si dovette aspettare fino al 1816, quando venne riscoperta da Michel Eugene Chevreul ed accettata dai suoi contemporanei. 132 Compaiono, però, ancora i riferimenti all'alchimia come si può notare, ad esempio, al cap. 28 del libro dove si parla di un chiodo trasformato in oro: "D. Leonardus Turneiser clavum ferreum me praesente, ac vidente igne calefacto, ac oleo immisso in aurum convertit. Romae die 20 novemb. post prandium". Il Tachenius viene anche ricordato per il suo "Sale viperino", un rimedio medicinale grazie al quale riscosse parecchia fortuna ma che gli costò anche l'accusa di plagio da parte del medico Johann Zwelfer. Cfr.: "Chemistry and medical debate: van Helmont to Boerhaave", Allen G. Debus, 2001, pag. 114; "Bibliotheca Chemica", John Ferguson,2002, Parte 2, pag. 424; "The salt of the earth: natural philosophy, medicine, and chymistry in England, 1650-1750", Anna Marie Eleanor Roos, 2007, pag. 123; "Bibliotheca alchemica et chemica: an annotated catalogue of printed books on alchemy, chemistry and cognate subjects in the library of Denis I. Duveen", Denis I. Duveen, 1965, pag. 569. Size: in-12° (135 mm x 75 mm). N° de ref. de la librería 000251

Hacer una pregunta a la librería

Detalles bibliográficos

Título: HIPPOCRATES CHIMICUS, qui novissimi viperini...

Editorial: Combi, & La Noù, Venezia

Año de publicación: 1666

Encuadernación: Half-Leather

Condición del libro:Very Good

Condición de la sobrecubierta: Very Good

Edición: First Edition

Descripción de la librería

Antiquarian books from XV to XIX century

Ver la página web de la librería

Condiciones de venta:

Bank transfer (preferred), PayPal (for customers outside EC), credit cards (via AbeBooks). Other type of payment to be agreed with us.

Condiciones de envío:

I costi di spedizione sono calcolati su un peso medio di un chilo (2,2 libbre) per libro. Se il libro ordinato ha un peso maggiore o è troppo grande provvederemo ad informarLa di eventuali costi aggiuntivi.

Todos los libros de esta librería

Métodos de pago
aceptados por la librería

Visa Mastercard American Express Carte Bleue

PayPal Transferencia Bancaria