Esercizio divoto per novena o triduo in onore della B. Veronica Giuliani cappucina proposto dal padre Filippo Maria Salvatori sacerdote della Compagnia di Gesù.

Salvatori Filippo Maria,

Editorial: Lazzarini Stampatore della R.C.A.,, 1808
Usado / Cantidad: 0
Disponible en otras librerías
Ver todos  los ejemplares de este libro

Sobre el libro

Lamentablemente este ejemplar en específico ya no está disponible. A continuación, le mostramos una lista de copias similares de Esercizio divoto per novena o triduo in onore della B. Veronica Giuliani cappucina proposto dal padre Filippo Maria Salvatori sacerdote della Compagnia di Gesù. y Salvatori Filippo Maria,.

Descripción:

In 16° (15,5x8 cm); (2), 23, (1), pp. Senza Legatura ma non slegato. In frontespizio xilografia incisa con simbolo di Gesù Cristo IHS con croce. Testatine e finalini incisi. Prima edizione assai rara, nessun esemplare censito in ICCU, di devozionalia dedicato alla figura della celebre santa originaria di Mercatello di Urbino. Veronica Giuliani, al secolo Orsola (Mercatello sul Metauro, 1660 - Città di Castello, 9 luglio 1727), fu una religiosa italiana vissuta fra il XVII ed il XVIII secolo; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Faceva parte dell'ordine delle Clarisse Cappuccine e nel 1716 diventò badessa del monastero di Città di Castello. Scrisse un vastissimo diario, Il Tesoro Nascosto, pubblicato postumo (l'edizione più nota è quella a cura di Pietro Pizzicaria del 1895), nel quale racconta la propria esperienza mistica. Veronica Giuliani è considerata fra le più importanti contemplative - penitenti che il mondo occidentale abbia avuto. Tutta la sua vita interiore è - in continuità con la spiritualità francescana rappresentata oltre che da San Francesco d'Assisi. La sua vita esteriore fu caratterizzati da svariati fenomeni sovrannaturali o, almeno, considerati tali dalla mentalità del tempo. La Chiesa cattolica la riconosce come autenticamente portatrice delle stigmate dal 5 aprile 1697 sino alla morte. In un suo disegno rappresentò alcuni oggetti - simboli della passione di Cristo - che, secondo lei, avrebbe avuto all'interno del corpo, indicando con precisione dove fossero. Alla sua morte il vescovo di Città di Castello, Alessandro Codebò, chiese ai medici Giovanni Francesco Bordiga e Giovanni Francesco Gentili di controllare il cadavere e durante l'autopsia si osservò il cuore "trafitto da parte a parte" e sulle pareti dei ventricoli sarebbero stati rinvenuti i segni da lei tratteggiati nel disegno. Esemplare in buone-ottime condizioni. N° de ref. de la librería

Detalles bibliográficos

Título: Esercizio divoto per novena o triduo in ...
Editorial: Lazzarini Stampatore della R.C.A.,
Año de publicación: 1808

Los mejores resultados en AbeBooks

1.

Salvatori Filippo Maria,
Editorial: Lazzarini Stampatore della R.C.A.,, Roma, (1808)
Usado Cantidad: 1
Valoración
[?]

Descripción Lazzarini Stampatore della R.C.A.,, Roma, 1808. In 16° (15,5x8 cm); (2), 23, (1), pp. Senza Legatura ma non slegato. In frontespizio xilografia incisa con simbolo di Gesù Cristo IHS con croce. Testatine e finalini incisi. Prima edizione assai rara, nessun esemplare censito in ICCU, di devozionalia dedicato alla figura della celebre santa originaria di Mercatello di Urbino. Veronica Giuliani, al secolo Orsola (Mercatello sul Metauro, 1660 - Città di Castello, 9 luglio 1727), fu una religiosa italiana vissuta fra il XVII ed il XVIII secolo; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica. Faceva parte dell'ordine delle Clarisse Cappuccine e nel 1716 diventò badessa del monastero di Città di Castello. Scrisse un vastissimo diario, Il Tesoro Nascosto, pubblicato postumo (l'edizione più nota è quella a cura di Pietro Pizzicaria del 1895), nel quale racconta la propria esperienza mistica. Veronica Giuliani è considerata fra le più importanti contemplative - penitenti che il mondo occidentale abbia avuto. Tutta la sua vita interiore è - in continuità con la spiritualità francescana rappresentata oltre che da San Francesco d'Assisi. La sua vita esteriore fu caratterizzati da svariati fenomeni sovrannaturali o, almeno, considerati tali dalla mentalità del tempo. La Chiesa cattolica la riconosce come autenticamente portatrice delle stigmate dal 5 aprile 1697 sino alla morte. In un suo disegno rappresentò alcuni oggetti - simboli della passione di Cristo - che, secondo lei, avrebbe avuto all'interno del corpo, indicando con precisione dove fossero. Alla sua morte il vescovo di Città di Castello, Alessandro Codebò, chiese ai medici Giovanni Francesco Bordiga e Giovanni Francesco Gentili di controllare il cadavere e durante l'autopsia si osservò il cuore "trafitto da parte a parte" e sulle pareti dei ventricoli sarebbero stati rinvenuti i segni da lei tratteggiati nel disegno. Esemplare in buone-ottime condizioni. Nº de ref. de la librería 4970

Más información sobre esta librería | Hacer una pregunta a la librería

Comprar usado
EUR 28,00
Convertir moneda

Añadir al carrito

Gastos de envío: EUR 18,04
De Italia a Estados Unidos de America
Destinos, gastos y plazos de envío